Una ricerca inglese ci mette in guardia dal consumo eccessivo di zuccheri

Articoli

Un gruppo di ricercatori dell’University College di Londra ha portato avanti una ricerca al fine di stabilire la relazione fra quantità di zuccheri assunta con la dieta e incidenza della carie.

Se è certa la correlazione fra zuccheri e carie, poco si sapeva su quale fosse il livello soglia di assunzione di zuccheri per non incorrere in carie.

Esaminando un grande numero di cartelle cliniche i ricercatori hanno rilevato ad esempio che se negli Stati Uniti circa il 92% degli adulti di età compresa tra 20 e 64 anni ha avuto una carie in almeno uno dei denti permanenti, di contro in Nigeria – dove il consumo massimo giornaliero di zucchero si aggira intorno ai 2 grammi – la carie dentale è un problema che riguarda solo il 2% della popolazione adulta.

Per quanto attiene ai bambini i ricercatori hanno scoperto che passare da un consumo di zucchero paria zero a quasi il 5% del totale delle calorie giornaliere porta a raddoppiare il numero di carie.

In definitiva i ricercatori hanno indicato che un utilizzo che va dai 15 ai 25 grammi di zucchero al giorno è compatibile con una buona salute orale.